instagram ecommerce marketing

Instagram Ecommerce Marketing: come costruire una strategia per il tuo negozio online

Più di mezzo miliardo di utenti ha investito su Instagram per il proprio negozio online mirando ad espandere la vetrina dei propri prodotti con il fine di raggiungere un bacino di pubblico maggiore e guadagnare quindi nuovi clienti. Tuttavia la creazione di una strategia di marketing per ecommerce in Instagram può essere un obiettivo molto complicato, anche per i più esperti.

Per aiutarti a navigare nel mondo del nuovo ecommerce marketing in Instagram, abbiamo riassunto velocemente un’utile guida, redatta da GoSpaces, che tocca tutti i punti necessari per far decollare la tua strategia marketing in Instagram. Iniziamo!

Cosa c’è di diverso in Instagram?

Non tutti i social network sono lo stesso ed è chiaro che l’interesse degli users e le loro aspettative dipendono fortemente dalla piattaforma che stanno usando.

La prima cosa da tenere a mente se si vuole costruire una strategia di marketing che smuova fortemente il target di destinazione è armarsi di una solida conoscenza della tipologia di contenuti che funzionano di più. Questi sono alcuni passi che ti possono aiutare a far crescere il tuo successo e a far raggiungere i tuoi prodotti alle persone più adatte a te.

1. Studia il tuo settore e proponi foto impattanti

Dal momento che Instagram è una piattaforma visuale, il tuo fine primario è quello di fornire foto caratterizzanti, di alta qualità, che catturino lo sguardo del tuo potenziale acquirente. Una gran parte di questo lavoro consiste proprio nell’individuare qual è la tipologia di immagini che riscontra più successo tra il tuo pubblico.

Questo richiede tempo, pazienza e ricerca. Inizia a pescare gli hashtag più popolari attraverso la funzione di ricerca o mediante il “suggerito” e ovviamente non dimenticare di scorrere i feed dei tuoi competitor per avere un’idea più concreta di ciò che funziona e di cosa, invece, non ha affatto successo nel tuo settore.

Indipendentemente da quale tipo di negozio on-line tu abbia, ricorda che il tuo feed Instagram deve caratterizzare un sano mix tra scatti promozionali e immagini reali o che rappresentino lo stile di vita che vuoi trasmettere. Ad esempio, se il tuo negozio di e-commerce vende occhiali da sole, il tuo feed deve proporre le foto commerciali dei tuoi prodotti, così come le immagini di luoghi di vacanza popolari e altre situazioni di divertimento estivo che riconducano all’uso degli occhiali. Più si varia, meglio è. L’importante è non dimenticare di rispettare il collegamento tra tutte le foto caricate e l’immagine che il marchio vuole trasmettere.

Come oramai sappiamo, nonostante tutto, una foto di Instagram che si rispetti non può essere completa senza filtri e modifiche che la rendano pesantemente “pop”.

Qui sotto ti riportiamo una lista di applicazioni Instagram disponibili per dare alle immagini gli ultimi ritocchi che si meritano:

VSCO: popolare applicazione di fotoritocco con un potente set di modelli e strumenti di editing, insieme ad una vasta libreria di libero e per l’acquisto-filtri.

Snapseed: Snapseed è un grande strumento di fotoritocco che permette di ottimizzare le tue foto con il fine di portare davvero fuori i dettagli in ogni scatto.

Boomerang: Boomerang è una piccola applicazione progettata proprio dal team di Instagram che permette di creare GIF di pochi secondi che si ripetono all’infinito.

2. Trova gli influencers del target dei tuoi clienti

Instagram ha recentemente aggiornato il suo algoritmo per dare priorità ai post con l’engagement più alto, il che significa che l’influenza sociale esercita un ruolo più importante che mai! Il 92% dei consumatori, infatti, affermano che quando prendono una decisione riguardo un prodotto si basano soprattutto sui consigli di persone che conoscono o che ammirano, quindi conoscenti o “influencers” appunto. Cerca dunque di sfruttare la potenza di questi personaggi per costruire una strategia di marketing di successo.

Il modo migliore è quello di immergersi totalmente nella mente dei tuoi utenti/clienti e cercare di capire quali sono i personaggi a cui si rivolgono per i consigli.

Per connettersi con i migliori influencers del tuo settore è inoltre possibile utilizzare strumenti come  https://finder.buzzoole.com

L’influencer marketing non è solo un ottimo metodo per conquistare i cuori e le menti dei tuoi follower attuali, ma è soprattutto consigliato per raggiungere nuovi clienti già fidelizzati e sicuri grazie al sostegno di un’autorità di instagram attendibile.

3. Post creati dagli utenti

Alla ricerca di nuovi contenuti da pubblicare? I vostri clienti possono essere i vostri più grandi risorse.

È sempre una buona idea incoraggiare i clienti a condividere le foto delle loro esperienze con i vostri prodotti su Instagram. Perché? Beh, si tratta di un ottimo modo per entrare in contatto con il pubblico, in più si può creare un flusso costante di contenuti ready-to-post per il tuo account.

È utile anche per aiutare a costruire la fiducia.

Uno dei modi migliori per raccogliere contenuti generati dagli utenti è la creazione di un hashtag unico per la tua marca e incoraggiare i tuoi seguaci ad utilizzarlo per pubblicare foto reali di loro con i tuoi prodotti.

Ogni volta che il follower posta una foto con il tuo hashtag, le loro foto verranno automaticamente classificate e raccolte in una pagina hashtag. Questo trucchetto piccolo e veloce renderà più facile per te generare preziosi contenuti di successo dagli utenti.

Ti consigliamo di condividere le foto dei tuoi clienti con il tuo hashtag anche nel tuo Instagram così da regalare una sorta di ringranziamento all’utente che ha pubblicizzato il tuo prodotto e rendere il post ancora più visibile. Questo inoltre incoraggia anche gli altri tuoi follower a pubblicare le loro foto, comprensive di prodotto e hashtag, nella speranza di essere condivisi e dunque essere resi più visibili.

4. Usa Instagram Ads

Foto ads: questo formato è il più simile a Instagram posti tipici, la classica foto di instagram.

Video ads: annunci video offrono la flessibilità di raccontare storie più complesse e anche di operare in un formato più visivamente coinvolgente e accattivante.

Carousel ads: Carousel ads è  simile a quello di Facebook ovvero una serie di foto che gli utenti possono scorrere per far vedere più offerte di prodotti o per raccontare una storia passo passo. Gli annunci di Instagram possono anche essere ottimizzati per una vasta gamma di obiettivi, a seconda delle esigenze di business e dello scopo delle campagne, tra cui l’aumento di click al tuo sito web e l’aumento di tasso di conversione. Il potere della pubblicità su Instagram è innegabile, risultando una scelta ovvia per i negozi online che sperano di raggiungere un pubblico nuovo e costruire un fedele seguito.

Instagram è senza dubbio una piattaforma straordinaria per iniziare la strategia di marketing per il tuo ecommerce, ottima opportunità per far crescere il tuo business e al contempo potente strumento per creare un esercito dedicato di follower.

Pronto a iniziare a pubblicare il tuo negozio on-line anche su Instagram? Inizia subito a  gestire i contenuti e pianificare post, è gratis!


far innamorare i clienti del tuo brand

5 segreti per far innamorare del tuo Brand

La cosa più bella del mondo è innamorarsi, perdere il controllo far vincere la chimica.

Pensare sempre e solo a quella persona, scegliere lei tra tutte. Film, libri, quadri tutto parla dell’amore, da sempre. È un fenomeno che nasce e si manifesta in modi sempre differenti, ma avviene in ogni uomo. Sì, perché non ci si innamora solo di persone. Ci si può anche innamorare di un paesaggio, di una torta, di un vestito, di un auto. Ci innamoriamo anche di prodotti insomma.

E molto spesso ci si innamora soprattutto di un brand, di un marchio che rispecchia quello che noi vogliamo sembrare di essere, quello che soli non siamo in grado di dimostrare.

Perché il brand non è solo il logo, è qualcosa di molto più complesso e paradossalmente profondo: trasmette un’appartenenza, affascina.

Ecco 5 strategie vincenti per far innamorare i clienti del tuo brand.

1. Identificazione

Perché il brand non è solo il logo, è qualcosa di molto più complesso e paradossalmente profondo: trasmette un’appartenenza, affascina.

Pensiamo alla Apple.
I “seguaci” del brand di Jobs s’identificano in pieno nei valori di innovazione tecnologica dell’azienda così come nell’ammirazione per un’estetica essenziale, ben identificativa del marchio.
Perchè: “Se non è un iPhone, non è un iPhone”.

Insomma: compriamo un prodotto per il 10%, ma paghiamo il marchio per il 90%.

L’azienda vende la sua esperienza, la sua storia e solo chi la sa valorizzare al meglio andrà avanti. Tutti gli altri si estingueranno per selezione naturale.

Provate a chiedere ad un adolescente che occhiali preferisce, molto probabilmente vi risponderà Ray-ban. La voglia di entrare a far parte di un branco e di omologarsi è più diffusa di quanto si pensi e quasi tutti noi cadiamo a terra vittime del fascino di un brand ben strutturato.

2. Vendere per primo il proprio brand

Ricorda che offrire un buon prodotto o un buon servizio non è più sufficiente.

Lo sai benissimo, ci sono centinaia di prodotti simili al tuo lì fuori, quindi, per spiccare sugli altri due sono le strategie: puoi puntare sull’economicità o sul valore.

La prima cosa che devi imparare a fare è quella di saper vendere il tuo brand: se il lavoro sarà fatto bene vedrai che si innescherà un meccanismo concatenante che darà potere ad ogni nuovo articolo che farai uscire nel mercato, esaltandone automaticamente il valore.

3. Vita autonoma

Il brand deve avere vita autonoma rispetto ai suoi prodotti, quasi fosse una persona deve distinguersi per un proprio definito carisma.

Può evolversi nel tempo ma deve mantenere delle caratteristiche identificative ben riconoscibili.

Cambiare radicalmente potrebbe deludere, creare effetti negativi nelle persone che si sentirebbero spiazzate e non più identificate correttamente (pensa se il Rolex diventasse un orologio da centro commerciale o se la Nike diventasse un brand per scarpe eleganti).

4. Proposta commerciale

Il modo di vendere è cambiato.

Se una volta si puntava nell’arte della convinzione, in un marketing freddo e fin troppo diretto oggi non funziona più così.

Molto spesso le persone sono infastidite nei confronti di un atteggiamento troppo commerciale.

Per assurdo più si esaltano i vantaggi di un prodotto, più si cerca di convincere a comprare, più genera la sfiducia del consumatore. Il segreto è evocare una percezione, il tutto in maniera molto discreta e quasi impercettibile.

Alla fine sarà il compratore a cercare il prodotto e non il contrario (o almeno l’acquirente penserà di fare volontariamente questo, anche se sappiamo che non è così).

5. Il nome giusto

Sembra assurdo ma un nome sbagliato compromette il successo del brand perché può limitare o annullare il coinvolgimento emotivo con il suo pubblico.

Il nome deve essere potente e identificativo, facile da memorizzare, armonico.

Molti imprenditori credono sia utile attribuire un nome descrittivo che rappresenti i prodotti che vende, ma ciò è totalmente incorretto: un nome deve seguire una brand-strategy definita, imporre personalità.

In alcuni casi di successo il nome del brand è diventato così conosciuto da entrare a far parte del linguaggio quotidiano.

Questi sono solo 5 consigli generali per far innamorare del brand.

Ovviamente ce ne sarebbero altrettanti secondo ogni tipologia e stile di pubblico a cui ci si riferisce, perchè ogni caso vive di vita propria e andrebbe studiato ed analizzato singolarmente.

L’ultima cosa: ricorda che tu per primo devi amare e credere nel tuo brand, devi trasmetterlo a chi lavora con te, la motivazione e l’energia positiva sono da sempre le armi più potenti.

 

Di recente abbiamo rinnovato l’immagine di un’azienda storica nel mondo dolciario come il Forno Artigiano Moretti. L’immagine del brand è stata totalmente riprogettata nel rispetto dei valori semplici ed emozionali di un’azienda che nel 2017 spegne ben 110 candeline!


APIGOO: La start-up dei trasporti

APIGOO mette a frutto l’esperienza di un’azienda di autotrasporti, impegnata ogni giorno ad affrontare le sfide della distribuzione di merci “su gomma”, creando una piattaforma online che favorisce l’incontro tra la domanda di spedizione delle aziende e l’offerta degli autotrasportatori.

L’obiettivo del progetto è garantire un servizio logistico rapido, sicuro, professionale e a costi contenuti, che rappresenti un reale vantaggio per tutti coloro che vi interagiscono e per l’ambiente oltre che a soddisfare molteplici bisogni o necessità.

Qual'era la sfida per noi?

La piattaforma, può essere considerata simile ad altre già presenti nel panorama delle start-up sulla logistica, il nostro compito era quindi quello di fare emergere le differenze che la rendono la soluzione migliore sia per le aziende che per i trasportatori.

Queste differenze emergono dal claim scelto per rafforzare l’immagine di Apigoo,”È facile, sicuro e conveniente!”, facile perché l’azienda può inserire la sua richiesta di trasporto attraverso pochi passaggi, sicuro perché la piattaforma controlla l’identità e il comportamento di tutti i suoi utenti e infine conveniente perché permette alle aziende di confrontare diverse offerte e ai trasportatori di viaggiare sempre a pieno carico.

La nostra soluzione

Abbiamo costruito una strategia di posizionamento del brand, che ha messo al centro il carattere altamente innovativo del prodotto, ovvero il suo punto di forza più importante.

Il progetto ha coinvolto diversi elementi della comunicazione, partendo dalla creazione del logo fino alla strutturazione di un piano di promozione diffuso su scala nazionale. La comunicazione è stata effettuata su due piani diversi per riuscire così a raggiungere sia i trasportatori che le aziende interessate al servizio.
La nostra abilità nel dare immediatamente la giusta immagine al servizio ha permesso agli utenti di apprezzare e utilizzare la piattaforma da subito.

Metodo di lavoro

Lo sviluppo del progetto ha visto inizialmente uno studio approfondito del mercato, che ci è stato utile per capire come posizionare questa innovazione all’interno del mondo della logistica. Abbiamo quindi sviluppato la strategia che ha coordinato tutti gli strumenti utilizzati per la comunicazione e la promozione della piattaforma.

Questa prima analisi del mercato ci ha permesso di individuare quali fossero le leve principali sulle quali puntare per veicolare il messaggio di APIGOO.

Realizzazione logo Apigoo

I punti di forza del servizio, ovvero risparmio e velocità, si sono tradotti nel logo di APIGOO, un’icona che rievoca facilmente nella mente dell’utente gli obiettivi della piattaforma.
Il salvadanaio a maialino è stato scelto per diventare il marchio dell’azienda, caratterizzato da un’aria simpatica e non troppo impegnativa, comunica affidabilità e velocità, il payoff “TIME IS MONEY” inoltre, sintetizza la filosofia della startup.

Per coordinare al meglio il rosa del maialino APIGOO, abbiamo stato scelto il colore giallo ocra che simboleggia la moneta e l’azzurro per il tempo. La scelta di questi colori nasce in seguito a un’approfondita analisi del significato delle varie tinte, nel marketing infatti il giallo rappresenta potere personale, logica e calore ed è  sinonimo di rassicurazione mentre l’azzurro rappresenta tecnologia, creatività e comunicazione.

Abbiamo mantenuto questa linea anche nella creazione dello stationary ovvero carta intestata, busta, biglietti da visita e tutto ciò che viene utilizzato giornalmente per la promozione della propria azienda. Tutto è caratterizzato da un profilo essenziale e da elementi di design semplici e originali, che descrivono i punti di forza del servizio.

Per quanto riguarda invece la comunicazione cartacea, abbiamo creato una brochure promozionale che presenta il servizio e illustra agli utenti come utilizzare e sfruttare al meglio la piattaforma, abbiamo inoltre previsto una cartellina porta documenti utile per contenere tutte le informazioni riguardanti APIGOO sempre a portata di mano.

In conclusione, per quanto riguarda la comunicazione offline abbiamo scelto un design d’impatto, con immagini e messaggi che rievocano subito nella mente dell’utente l’obiettivo di Apigoo e i benefici che porta ai suoi utenti.

La stessa strategia è stata sviluppata anche per la comunicazione online, a partire dall’ideazione del sito web, considerato anche il punto più importante del progetto.

Realizzazione sito Apigoo

Ci siamo occupati della progettazione dell’architettura e dell’usabilità, del web design, dello sviluppo tecnico e del copywriting. Abbiamo dato priorità alla navigazione che doveva essere essenziale ma al contempo di grande impatto per incuriosire l’utente. Il risultato si traduce in una piattaforma semplice e intuitiva da tutti i punti di vista.

La grafica è stata studiata per adattarsi ad ogni dispositivo mobile quindi, sia per tablet che per smartphone. Questo consente di navigare il sito in qualunque momento e da qualsiasi luogo, gli utenti possono quindi inserire,accettare o visionare i carichi ovunque si trovino.

Il sito web è stato infine collegato ai profili social Facebook, Linkedin e YouTube creati e aggiornati costantemente per incentivare la comunicazione dell’azienda con gli utenti.

La comunicazione online comprende anche la strutturazione grafica di una newsletter informativa, il design semplice ma d’impatto è stato creato seguendo la linea grafica che ha accompagnato tutto il resto del progetto.

 

A breve tutti i dettagli del progetto nel nostro portfolio! 🙂


Acquista online ecommerce

Aprire o non aprire un e-commerce: la nostra guida (parte II)

Aprire un e-commerce conviene alla tua azienda?

Appurate le ragioni sociali ed economiche che determinano oggi il successo della vendita online, continuiamo a esplorare insieme le caratteristiche di questo nuovo modo per ampliare il business. Nel nuovo capitolo della nostra guida affronteremo uno a uno i motivi per cui i clienti sono attratti dallo shopping in rete, rivelando quali vantaggi (ma anche quali insidie) si nascondono dietro ai tentativi di un’azienda di aprire un e-commerce.

Capitolo II

Un negozio virtuale resta aperto 24 ore su 24 ed è visitabile da qualsiasi postazione web nel mondo.

Questo aspetto, oltre ad ampliare la potenziale visibilità del prodotto in vendita, incontra perfettamente le esigenze del consumatore odierno, sempre più connesso – per lavoro o per svago – e nello stesso tempo sempre più abituato a utilizzare la rete come una fonte di informazioni, recensioni e – perché no – offerte d’acquisto!

Niente di più appetibile, quindi, di un negozio in cui si può entrare direttamente dal divano di casa propria, durante la pausa pranzo a lavoro o mentre si è in viaggio, solo per dare un’occhiata e farsi un’idea del prezzo, condividere il link o l’immagine con un amico, ritornando infine senza costo alcuno per acquistare il prodotto che più ci ha convinto.

L’e-commerce inoltre, non essendo vincolato a un luogo fisico e a particolari orari di apertura, ha maggiori possibilità di fidelizzare la clientela, che negli esercizi tradizionali è spesso limitata geograficamente e di tipo occasionale. Chi ha un negozio online di riferimento non lo ha scelto in base alla vicinanza e nemmeno perché è ancora aperto all’uscita dal lavoro, bensì perché vi trova esattamente il prodotto che cerca ad un prezzo il più delle volte vantaggioso… E non importa se tale negozio si trova a chilometri e chilometri di distanza o addirittura all’estero!

Acquista online, la nostra guida

Ma per l’azienda questa comodità e facilità di utilizzo dell’e-commerce da parte del cliente che cosa comporta? Aprire un e-commerce e gestirlo è semplice tanto quanto usarlo?

La prima questione riguarda i costi: è intuibile come un negozio fisico abbia dei costi di mantenimento importanti, legati alla vivibilità dello spazio reale e alla presentazione dei prodotti. Dei costi che almeno in parte non sussistono per la gestione di un sito di commercio online.

Tuttavia si tratta pur sempre di un’attività di vendita al dettaglio di una certa tipologia di merce; merce che deve essere immagazzinata, gestita e spedita.

In particolare la fase della spedizione è di fondamentale importanza per il successo di un e-commerce, come avremo modo di approfondire in seguito nella nostra guida.

Ora soffermiamoci invece su un altro tipo di costi: quelli relativi alle risorse umane. Un sito di vendita online richiede di certo meno personale rispetto a quello di un negozio o di una catena di negozi reali. Eppure per aprire un e-commerce è indispensabile affidarsi a persone competenti, con una conoscenza professionale delle tecnologie web e che sappiano strutturare un adeguato piano di marketing a supporto del nuovo canale di vendita.

Anche un buon software per la gestione del magazzino e un valido sistema di assistenza pre- e post-vendita sono degli investimenti che possono risultare determinanti per garantire la soddisfazione del cliente e quindi il decollo del sito di commercio elettronico.

Il punto di partenza rimane in ogni caso la scelta della piattaforma web e soprattutto lo studio di un web design professionale, che consenta all’e-commerce di emergere e distinguersi: i costi relativamente contenuti di avvio hanno favorito infatti la comparsa di tanti piccoli store online, dai quali è necessario differenziarsi attuando delle strategie improntate alla qualità e alla creazione di un virtuoso e proficuo sistema B2C…

Curiosi di scoprire quali sono gli altri vantaggi e caratteristiche del mondo e-commerce?

Alla prossima puntata della nostra guida!


La guida per aprire un e-commerce

Aprire o non aprire un e-commerce: la nostra guida (parte I)

Alzi la mano chi non ha mai sognato di vendere di più.

In questo articolo ti spiegheremo come aprire un e-commerce può aiutarti a trasformare in realtà questo sogno e quali sono i primi passi che devi compiere per avviare un negozio online di successo.

Ora alzi la mano chi non è mai stato assalito dal dubbio: aprire un e-commerce porterà o non porterà i frutti desiderati? Anche su questo cercheremo di fare chiarezza, perché, se è vero che vendere online è una grande opportunità, rimane pur sempre una grande sfida, che va affrontata con la giusta consapevolezza e la preparazione necessaria.

Ma andiamo con ordine.

Capitolo I

Il trend delle vendite online in Italia continua a crescere. Perché?

Diverse ricerche, tra cui quella presentata da Casaleggio Associati in occasione del convegno l’E-commerce in Italia 2015, mostrano come le vendite derivanti dall’attività di commercio elettronico siano in continuo aumento nel nostro Paese, nonostante la recessione economica.

A favorire questo trend ci pensano smartphone e tablet, che rendono l’accesso alla rete Internet più facile e diffuso. Gli acquisti da mobile hanno infatti un peso sempre maggiore sul totale dei ricavi derivanti da e-commerce, tanto che per questo settore di vendita si parla oggi di Mobile Commerce.

Del resto i grandi marketplace come Amazon ed eBay vengono sempre più spesso utilizzati come dei “motori di ricerca” dei prodotti desiderati: sul sito o direttamente dalla app di questi veri e propri centri commerciali virtuali, chi deve acquistare può aggirarsi liberamente per confrontare caratteristiche, prezzi e persino le recensioni dei venditori da parte di altri utenti.

Seppure il mondo dell’e-commerce in Italia sia ancora ben distante dai livelli raggiunti nei principali mercati occidentali, siamo chiaramente di fronte a una rivoluzione del comportamento sociale del consumatore: il commercio elettronico si sta indissolubilmente legando a quello tradizionale, a causa di una tendenza all’acquisto sempre più consapevole e informato.

Non è infatti raro oggi che il cliente entrato in un negozio si sia già informato in rete su quale sia il prodotto più adatto alle sue esigenze, o, viceversa, che il cliente sia portato ad entrare in negozio per “toccare con mano” un prodotto che andrà successivamente a cercare online al miglior prezzo disponibile.

Quali sono allora i motivi che spingono ad acquistare online?

Comodità di utilizzo, ampia scelta, prezzi vantaggiosi, velocità e precisione nella consegna, recensioni dei prodotti sono i punti chiave che fanno propendere il consumatore per l’acquisto in un sito e-commerce.

Nel prossimo capitolo affronteremo questi aspetti uno per uno, ma dalla prospettiva dell’azienda che vuole investire in questa opportunità di espansione del business decidendo quindi di aprire un e-commerce. Se infatti è semplice e intuitivo comprendere i motivi di soddisfazione (o insoddisfazione) di un cliente che ha acquistato online, non sempre è chiaro come debba essere gestita l’attività di e-commerce B2C (business to consumer) per rendere soddisfatto il cliente e fare in modo che questa stessa attività risulti conveniente per entrambe le parti.

Siete d’accordo? Seguite la nostra guida!


Come aumentare le vendite online anche dopo il Natale

Come aumentare le vendite online anche dopo il Natale

Dopo aver accompagnato il vostro percorso durante tutto il periodo natalizio non abbiamo di certo intenzione di abbandonarvi ora!

Siamo quindi tornati per fornirvi un sacco di utili consigli sulla gestione del vostro sito E-commerce e su come aumentare le vendite online per mantenere la felicità delle feste anche dopo il 31 dicembre.

La stagione natalizia è terminata e ciò significa che un nuovo anno sta iniziando. Molti negozianti non danno molta importanza al periodo post natalizio ma ciò è sbagliato!

In questo articolo vedrete come possano esserci così tanti temi da affrontare dopo le festività ma anche come possa essere facile creare una strategia vincente per il vostro E-commerce.

Abbiamo deciso di iniziare con l’argomento più fastidioso, ovvero il processo di reso e cambio dei prodotti!

Una cosa è certa, se riuscirete a semplificare questo momento accrescerete sicuramente la fiducia del cliente nei vostri confronti e magari aumenterete le vendite del vostro E-commerce.

La prima cosa da fare è gestire i clienti insoddisfatti, avete lavorato duramente per garantire ai vostri clienti una splendida esperienza di acquisto perciò non fermatevi ora!

Dovete cambiare il modo in cui vedete cambi e resi, nonostante non siano simpatici e divertenti possono comunque rivelarsi come un’occasione per sorprendere piacevolmente il vostro cliente con la vostra professionalità.

Come? Provate usando l’Instant Chat per mettere in mostra le vostre capacità di cura del cliente attraverso un aiuto in tempo reale.

Lo so che farete fatica a crederci ma un reso può rivelarsi un’ottima opportunità per creare un cliente fedele, provate ad offrirgli spedizione gratuita o un piccolo sconto in caso decida di optare per uno scambio anziché per un rimborso. Vedrete che questo minuscolo gesto potrà tradursi in nuove vendite online durante l’anno.

Usate l’Instant Chat per mettere in mostra le vostre capacità di cura del cliente!

Ricordate inoltre che sono le offerte e gli sconti a fare la differenza!

Trovate un modo unico per coinvolgere i clienti che useranno le vostre gift cards.

Cominciate magari provando una di queste idee:

  • Date indietro un po’ di quello che avete avuto: un modo interessante per differenziarvi è donare qualcosina dei vostri ricavi natalizi a qualche associazione No-profit.
    Dopo aver speso molti soldi in regali, fa piacere alle persone vedere che i propri soldi sono stati usati per una buona causa, i vostri clienti apprezzeranno molto il vostro gesto.
  • Compra uno e ne ricevi un altro in regalo: se avete problemi a riorganizzare il magazzino proponete ai vostri clienti l’acquisto di un prodotto a prezzo pieno dandone in omaggio un altro.
    Questo ragionamento funziona molto bene con tutti i beni deperibili o che soffrono le mode. Anche se questa offerta frutterà pochi ricavi, risparmierete comunque la spesa di rimetterli nell’inventario, poco è sempre meglio di nulla!
  • Accoppiate: se avete prodotti complementari di cui volete liberarvi, considerate l’opzione di accoppiarli e proporli ai clienti che hanno acquistato articoli correlati.
    Accessori e ricariche sono ottimi prodotti per questo genere di operazione perciò provate a mixare i vostri prodotti per vedere cosa funziona di più.
  • Organizzate un Contest: il Contest è un’iniziativa che non passa mai di moda, basta però renderlo sempre accattivante agli occhi dei vostri clienti!
    Iniziate chiedendo loro di inviarvi una foto delle loro vacanze natalizie con il vostro prodotto.
    E poi fatevi furbi. Motivate alla partecipazione promettendo a ogni partecipante un premio, magari un piccolo sconto del 5% al loro prossimo acquisto.
    Il Contest può rivelarsi utile anche per pubblicizzare e far conoscere un nuovo prodotto che magari potrebbe essere usato per premiare il vincitore.
  • Ringraziate: Ringraziate i vostri clienti per avervi scelto anche quest’anno.
    Cercate di non rendere banale questo ringraziamento, offrite loro un piccolo sconto che possano passare anche a familiari e ad amici.
    Questo darà loro l’occasione di visitare nuovamente il vostro E-commerce in gennaio.

Nonostante il periodo natalizio rappresenti un momento di stress per i venditori, è importante fare tesoro di ciò che si impara in questa occasione.

Mettete nel vostro bagaglio tutte le esperienze perché il periodo post festività è un buon momento per mettere in pratica ciò che avete imparato durante l’anno e per prepararvi nel migliore dei modi ad una nuova stagione.

Il periodo natalizio può darvi molte informazioni sui vostri consumatori, potete usarle per segmentare i vostri contatti e creare offerte personalizzate sui prodotti che pensate i vostri consumatori potrebbero desiderare.

Vi spieghiamo meglio con un esempio.

Se gestite un E-commerce che si occupa di elettronica, selezionate gli utenti che hanno acquistato un cellulare quest’anno e proponete loro offerte riguardanti i prodotti connessi al loro acquisto.

Un metodo preciso ed efficace!

Oltre ad aver imparato molto sui vostri clienti, in questo periodo avete conosciuto meglio anche i vostri prodotti. Usate queste informazioni per rivalutare la vostra offerta e per capire qual è realmente la merce più venduta nel vostro E-commerce.

In poche parole cercate di portare attenzione sul percorso d’acquisto.

Il periodo natalizio vi ha chiarito le idee su quali siano i prodotti preferiti dai vostri clienti? Allora sfruttate queste informazioni per creare offerte nel corso di tutto l’anno.

Non dimenticatevi dei carrelli abbandonati.

Perché?

Spesso i clienti usano i carrelli al posto delle liste dei desideri e si aspettano di ricevere dei promemoria sui loro carrelli, non perdere quest’opportunità di recuperare una vendita non andata a buon fine.

Mostrate a tutti le vostre capacità social!

Le festività saranno anche finite ma non mettete in uno scaffale i vostri sforzi nel marketing. Usate i social media per continuare la vostra comunicazione. Se decidete di optare per una donazione i social media possono rivelarsi un ottimo modo per coinvolgere gli utenti e aumentare la conoscenza. Questo resta valido anche per organizzare un Contest post vacanze.

Ed infine togliete le decorazioni e le offerte natalizie.

Non rimanete con l’albero di natale fino a febbraio. Programmate una data per togliere tutti i riferimenti al natale presenti nel vostro E-commerce. Se durante il periodo natalizio promettete spedizioni gratuite, siate certi di rimuoverle dai vostri strumenti promozionali se non avete in previsione di utilizzare questa strategia anche per il prossimo anno.

Ora siete veramente pronti per partire con la nuova stagione!

Buon lavoro!

Avete altre idee o suggerimenti per aumentare le vendite online subito dopo le Feste? Scrivetele nei commenti di questo articolo o contattateci!


A natale utilizza la mail per aumentare le vendite

Santa Claus Email Marketing

Nei post precedenti abbiamo largamente parlato dell’importanza della Newsletter.

Ma facciamo comunque un passo indietro, cos’è una Newsletter?

Secondo noi è una fonte di traffico, ovvero il flusso di visitatori che arriva sulle pagine del vostro sito. A differenza dei Social Media, dei motori di ricerca, di Slideshare e di tutte le altre piattaforme in cui siete presenti, la Newsletter è però una fonte che potete direzionare dove vi è più comodo e quando lo desiderate.

Perché è utile creare una Newsletter?

Nel 2014 il 23% delle vendite di un Ecommerce è attribuito all’Email Marketing, ciò accade soprattutto perché la maggior parte delle azioni compiute da mobile è proprio il controllo delle Email. Si ritiene inoltre, che la Newsletter riesca a produrre il 40% in più di nuovi acquisti rispetto al traffico generato da Facebook e Twitter.

La Newsletter permette inoltre di raccogliere molti dati sui vostri contatti che possono essere utilizzati per migliorare il vostro servizio.

Sicuramente molti hanno creato una Newsletter ma solo pochi fanno Email Marketing veramente!

Sicuramente molti hanno creato una Newsletter ma solo pochi fanno Email Marketing veramente!

Nel periodo natalizio gli utenti ricevono una valanga di Email e di offerte, per questo è importante creare una buona strategia di Email Marketing che aiuti a generare risultati reali.

Eccovi quindi qualche consiglio per emergere dalla folla e incrementare le vendite del vostro Ecommerce!

1.      Create una guida al regalo perfetto

Fornire al cliente una guida al regalo perfetto non solo aiuterà la sua decisione d’acquisto ma vi permetterà di portare il traffico esattamente dove lo desiderate.

Fermatevi  e pensate un attimo ai vostri prodotti, quali potrebbero rappresentare un buon regalo?

Create anche degli accoppiamenti tra i prodotti, mostrateli con foto che saltino all’occhio e fornitegli una descrizione convincente!

2.      Pubblicizzate offerte e promozioni

I vostri clienti si aspettano sempre ottime promozioni durante il periodo natalizio, non deludeteli!

Cercate di creare sempre proposte interessanti così da non annoiare mai il vostro lettore, il vostro obiettivo è comunque tenere alto l’eccitamento per il Natale.

Includete i dettagli e le scadenze delle promozioni nell’oggetto dell’Email così da motivare l’utente ad aprirla subito!

3.      Salvate i carrelli abbandonati

Molti carrelli vengono abbandonati accidentalmente in seguito ad un problema tecnico o perché semplicemente il consumatore si è distratto.

È questo il momento di far entrare in scena le Email Salva Carrelli Abbandonati!

Potete usare queste Email per rimanere connessi con i vostri clienti e recuperare le vendite perse allo stesso tempo.

Siamo certi che il cliente apprezzerà la vostra dimostrazione d’interesse verso la sua esperienza d’acquisto!

4.      Non dimenticatevi degli auguri

Non scordatevi che lo scopo della Newsletter è anche mantenere una relazione positiva con i vostri clienti, per questo è importante creare un equilibrio tra le Email promozionali e quelle che non lo sono.

Quindi anche l’invio degli auguri di Natale ha la sua rilevanza, ricordate solo alcuni dettagli: inviate l’email natalizia con anticipo, non potete rischiare di finire tra le decine di Email di auguri, usate un tono informale e leggero che trasmetta positività ed infine date un tocco personale, magari inserendo una foto divertente insieme a  collaboratori e dipendenti, servirà a rompere il ghiaccio.

a Natale sfrutta la newsletter per aumentare le vendite

Se anche voi credete nell’Email Marketing e state pianificando una comunicazione attraverso la Newsletter, continuate la lettura… Avrete sicuramente bisogno di altri piccoli suggerimenti.

Una newsletter può considerarsi efficace quando il vostro  brand è sempre tra i primi nella mente dei vostri clienti. Soprattutto in questo periodo, dovrete essere lì quando penseranno alla loro lista dei regali, quando cercheranno il prodotto perfetto e anche quando staranno perlustrando disperatamente tutto il web per trovare l’ultimo regalo della loro lista.

pianifica una corretta strategia di email marketing

Dovete quindi pianificare la vostra Newsletter, ma come? Provate a creare un calendario! Programmate le vostre campagne tramite Email in coincidenza delle promozioni natalizie del vostro sito.

Ricordatevi inoltre di armonizzare la vostra comunicazione, dovete assicurarvi che tutti i contenuti del Sito Web, della Newsletter e dei Social Media siano accompagnati dallo stesso design.

Un altro consiglio importante che vogliamo darvi è quello di non esagerare, non vogliamo che i vostri clienti siano stanchi di vedere il vostro logo! Per questo dovete trovare il giusto equilibrio nell’invio delle varie Email, provate a dare ai vostri clienti la possibilità di scegliere con che frequenza ricevere i vostri aggiornamenti.

Ma non è finita qua…

Fatevi vedere dai vostri clienti come una soluzione! Cercate di comunicare con loro attraverso consigli per aiutarli a superare il periodo natalizio senza stress.

Ed infine cercate di personalizzare le vostre email il più possibile, magari inserendo il nome del destinatario o almeno il sesso. È un piccolo gesto ma dimostra grande interesse nei confronti del cliente.

Pensiamo di avervi detto tutto quindi…

Buona produzione!

Avete altre idee o suggerimenti? Scrivetele nei commenti di questo articolo o contattateci!


Vendi di più a Natale con il tuo ecommerce

Rendi perfetto e ottimizza il tuo Ecommerce per Natale

Prendendo spunto dall'ultima "Ecommerce Holiday Plannig Guide" di PrestaShop, vi racconteremo come ottimizzare il vostro Ecommerce in vista dell’arrivo del Natale, attraverso una serie di utili accorgimenti da applicare al vostro negozio online.

Per motivarvi a fare qualche modifica al vostro Ecommerce partiamo con qualche dato.

Secondo la American National Retail Federation il periodo natalizio contribuisce alle vendite totali di un Ecommerce per circa il 25-30% del bilancio annuale.

Inoltre, il mondo dell’Ecommerce sta crescendo ad un ritmo molto sostenuto, infatti per il 2015 si prevede che gli acquisti online raggiungeranno i 334 miliardi di dollari, nonostante una passata previsione avesse pronosticato che il business non avrebbe raggiunto i 300 miliardi di dollari prima del 2017.

Quindi se non avete ancora tratto vantaggio dall’arrivo del Natale è perché non avete ancora strutturato una strategia efficace.

Per riuscire ad ottenere il massimo da questo periodo è necessario creare la propria strategia tempestivamente. La stagione natalizia inizia sempre prima, basti pensare che a Oxford Street a Londra sono già state messe tutte le decorazioni!

Seguite quindi i nostri consigli per non rischiare di trovarvi impreparati.

PS. Prendete carta e penna per prendere appunti, abbiamo molti suggerimenti da darvi.

Siete pronti? Si comincia!

Iniziamo la nostra piccola guida portando l’attenzione sul visitatore medio che si aggira per il vostro Ecommerce nel periodo natalizio.

L’utente soffre molto di stress in questo periodo, per questo motivo è necessario semplificargli la vita il più possibile.

Ma come? Magari attivando una LiveChat per riuscire a risolvere tutti i suoi dubbi in tempo reale.

Durate la sua ricerca, inoltre, il cliente non vuole perdere tempo o illudersi inutilmente, cosa che avviene per chi frequenta i negozi fisici.

Per aiutarlo potete mostrargli la quantità dei prodotti rimasti, disabilitare le schede dei prodotti esauriti e controllare che i prodotti più venduti siano presenti in quantità sufficiente.

Ora è giunto il momento di darvi una brutta notizia…

Chi visita il vostro sito nel periodo natalizio, solitamente non è interessato al vostro prodotto in prima persona perché il suo obiettivo è acquistare per altri.

Nonostante ciò dobbiamo comunque dargli l’importanza che merita!

Provate a prevedere la possibilità di effettuare acquisti senza doversi necessariamente registrare al sito, così da rendere ancora più veloce il percorso d’acquisto del visitatore. Vedrete che in questo modo avrà comunque un ottimo ricordo del vostro Ecommerce.

Spesso chi sceglie di fare shopping online ha lunghe liste di acquisti; inoltre i visitatori del sito risultano essere per la maggior parte nuovi utenti: per questo motivo è importante aiutarli a trovare velocemente ciò di cui hanno bisogno.

Vi suggeriamo quindi di migliorare il design del vostro Ecommerce! 

Introducete dei filtri che aiutino a selezionare velocemente i regali adatti alla fascia di prezzo prescelta. Create delle liste che diano consigli sulla scelta del regalo (come “10 regali per chi ha tutto”, oppure “ 5 regali per la sorella”). Ideate dei pacchetti last minute per chi acquista all’ultimo minuto ed infine posizionate i prodotti dalle caratteristiche più natalizie nella Homepage.

I vostri visitatori vi ringrazieranno sicuramente!

Come tutti i negozi fisici, anche i negozi online devono riadattare il proprio aspetto in vista delle feste, dimostrando il loro spirito natalizio. Il motto da seguire è quindi: “Vestitevi a festa!”

Non è necessario stravolgere il sito, basta posizionare alcuni dettagli qua e là.

Come aggiungere un particolare al proprio logo, creare dei banner che descrivano le promozioni natalizie, realizzare foto colorate e video coinvolgenti che comunichino come i vostri prodotti possano trasformarsi in magnifici regali natalizi, insomma tutte modifiche semplici ed efficaci.

Dopo avere arricchito il sito, è necessario impostare alcune strategie per persuadere il cliente a spendere di più.

Confusi?

Vi veniamo in aiuto con qualche semplice esempio!

Date la possibilità di personalizzare il prodotto aggiungendo alcuni dettagli distintivi, incoraggiate ad acquistare più prodotti attraverso dei suggerimenti e create dei pacchetti con prodotti associati.

Cercate infine di comunicare il fatto che acquistando due prodotti insieme il risparmio sarà maggiore.

I clienti si aspettano inoltre che durante questo periodo vengano loro offerte promozioni vantaggiose.

Non deludeteli… proponete loro diverse offerte!

Provate a dargli la possibilità di usufruire di sconti diversi in base all’orario, per esempio alle 8:00 uno sconto del 30% e dalle 8:01 alle 10:00 uno sconto del 25%: vedrete che i visitatori appariranno al vostro Ecommerce molto presto, o almeno sicuramente prima di aver visitato quello dei vostri competitors!

Inoltre, offrite anche delle “Flash Sales“, ovvero offerte per brevi periodi di tempo, così da creare urgenza e portare il visitatore a completare subito l’acquisto.

Tutto ciò però non basta, dovete anche assicurarvi che ogni proposta sia efficacemente pubblicizzata attraverso l’Homepage del sito, la Newsletter e i Social Network del brand.

Proponete qualcosa di diverso e particolare ogni giorno e comunicate che le offerte non durano per sempre!

Un altro punto importante da affrontare è la spedizione dei prodotti, questa non deve rappresentare motivo di stress nè per il venditore, nè per l’acquirente. Per assicurarsi che ogni cliente riceva il suo acquisto nei tempi previsti è necessario seguire quattro semplici passi!

  • Semplificare le opzioni di spedizione trovando un corriere che risponda alle vostre esigenze; per capirlo è necessario prima valutare alcune discriminanti come il valore del prodotto, il peso, la misura e il costo della merce.
  • Ottimizzare le proprie risorse magari impacchettando con anticipo i prodotti solitamente più venduti, così da non rischiare di far tutto di corsa nell’ultima settimana prima di Natale.
  • Spalmare le spedizioni nel periodo precedente al Natale proponendo offerte che incentivino ad acquistare subito come “Spedizione gratuita per gli acquisti sopra i 50€”, “Reso gratuito”, “Impacchettamento in omaggio” o “Spedizione il giorno stesso”.
  • Inserire un calendario di spedizione così che i clienti possano subito avere una chiara idea di quando riceveranno il proprio pacco. Questo eviterà incomprensioni e lamentele.

In conclusione per trovarsi preparati a questo periodo è utile impostare una lista di priorità che aiuti ad organizzare le attività e a tracciare i progressi del proprio Ecommerce durante il periodo Natalizio.

Avete altre idee o suggerimenti?

Scrivetele nei commenti di questo articolo o contattaci!

In bocca al lupo!


Vuoi aumentare la visibilita aziendale? Inizia dalle email

Quante volte hai pensato che sarebbe stato bello riallacciare i contatti con un vecchio cliente?

In attesa del nostro [email protected], in cui parleremo di come utilizzare le email per fare web-marketing, affrontiamo un argomento altrettanto interessante: l’importanza di sfruttare gli strumenti web per aumentare la visibilita  aziendale, aprendo un canale di comunicazione diretto con gli utenti.

Una volta acquisito un cliente occorre mantenere alto il suo interesse nei nostri confronti

O che ti sarebbe piaciuto chiedere a quel cliente se è rimasto soddisfatto del tuo prodotto e se ti sceglierebbe ancora dopo tanto tempo?

Spesso chi ha un’attività è alla continua ricerca di nuovi contatti, ma uno dei segreti del successo in comunicazione è la cura delle relazioni. Questo perché avere un database ricco di contatti, così come avere tanti fans nella pagina Facebook, non è sufficiente, se non andiamo a individuare un target potenzialmente interessato ai nostri servizi o se non costruiamo messaggi profilati, ossia che rispondono a esigenze specifiche delle persone che ci interessa coinvolgere con il nostro brand.

Non solo: una volta che abbiamo stabilito un primo contatto o, ancora meglio, quando abbiamo già acquisito un cliente, occorre mantenere alto il suo interesse nei confronti della nostra azienda, anche a distanza.

Oggi abbiamo la fortuna di poter usare degli strumenti di comunicazione più diretti e meno costosi, per farci conoscere e per interagire con clienti già nostri o potenziali; strumenti come l’email e i social network.

Pubblicità cartacea e advertising offline giocano ancora il loro ruolo nel mondo del marketing aziendale, ma è chiaro che un’email inviata direttamente a una casella di posta personale (con i dovuti accorgimenti) o una campagna su Facebook rivolta soltanto a un gruppo mirato di utenti possono essere meno dispendiose e più efficaci per aumentare la visibilità aziendale.

Tanto più se gli indirizzi email utilizzati sono di persone che già conosciamo o che si sono iscritte volontariamente alla nostra newsletter, e se pensiamo alla quantità di indizi utili al marketing che ogni utente di Facebook lascia su di sé e sui propri interessi, solo interagendo all’interno del social network.

Gli account di posta elettronica e quelli sociali vengono inoltre frequentati quotidianamente dalle persone: i primi perché sono diventati ormai uno strumento di lavoro insostituibile, i secondi perché vengono sempre più spesso usati per informarsi su ciò che accade nella propria community e per condividere con i propri collegamenti avvenimenti, foto, pensieri, curiosità.

Ma la visibilità della nostra azienda può essere minacciata da molti fattori, tra cui la mancanza di strategia e la concorrenza!

La visibilità della nostra azienda può essere minacciata dalla mancanza di strategia

Gli strumenti web richiedono:

  • originalità e costanza (quindi tempo e risorse da impiegare);
  • obiettivi ben chiari;
  • conoscenza dei mezzi e delle tecniche di comunicazione;
  • coerenza con la propria identità aziendale.

Tutto ciò per non rischiare di produrre effetti contrari a quelli sperati, quali una dannosa perdita di credibilità (un contatto che ha “abboccato” e che è stato poi deluso nelle aspettative, può sentirsi ingannato!).

Infine…

Impariamo a porre domande, suscitare curiosità, interagire con i nostri contatti. Il che significa: non abbiamo timore a fare il primo passo… iniziando dai nostri ex clienti;
Ricordiamo che dietro a ogni “contatto” c’è una persona in carne e ossa e che questa interagirà più facilmente se le parleremo sinceramente e come avverrebbe nella vita di tutti i giorni.

Occhio anche a sfruttare gli strumenti più adeguati! Ad esempio servendoti di Mailchimp o Getresponse al posto del buon vecchio Outlook per mandare le newsletter ai tuoi clienti, eviti di finire in blacklist e puoi tracciare statistiche sul comportamento dei tuoi iscritti.
Ti piacerebbe saperne di più? Iscriviti al nostro [email protected]!


Web Aperitivo

Il [email protected]: un’occasione per parlare di web e business

Come ci è venuto in mente di organizzare i WEB @PERITIVI?

Da noi – si sa – le novità sono sempre ben accette e in questo caso abbiamo colto al volo l’idea di creare degli eventi gratuiti, per condividere con gli altri in maniera piacevole i temi che ci appassionano di più.

Lavorare nel settore della comunicazione aziendale non significa solo passare le giornate al nostro iMac, ma è soprattutto una questione di relazione diretta con le persone che a noi si rivolgono per migliorare la loro immagine e aumentare così la loro visibilità.
Questa relazione si basa su un presupposto fondamentale: la fiducia tra chi presta un servizio e chi lo riceve. E la fiducia crediamo possa nascere solo capendo qualcosa in più noi di te e tu di noi.
Inoltre siamo consapevoli che oggi la maggior parte delle piccole e medie imprese possiede informazioni frammentarie e spesso imprecise, lette o sentite qua e là, sugli strumenti di comunicazione digitale esistenti, di cui potrebbe in realtà servirsi per instaurare un legame più proficuo con i propri clienti e attrarne di nuovi.
Questo accade perché mentre si è occupati a fare bene il proprio lavoro non si ha il tempo di approfondire tutti gli argomenti che interessano e che magari potrebbero portare un effettivo guadagno.
Ma nel nostro caso essere aggiornati sulle strategie digitali è parte integrante della nostra attività. Quindi perché non trovare un momento per discuterne assieme prima di cena e con l’occasione conoscerci meglio?
E poi…l’aperitivo te lo offriamo noi!

Il WEB @PERITIVO in breve…è un incontro di approfondimento sui canali di comunicazione digitale (siti web, e-commerce, social network, e-mail, blog etc.), pensato per chiunque voglia acquisire informazioni utili a incrementare il proprio business, in maniera leggera e simpatica.

Dove e quando si svolge: presso la nostra sede, in Viale Europa 52 a San Martino di Lupari (PD), dalle 17.00 alle 19.00.

Nel primo WEB @PERITIVO, in programma per giovedì 18 giugno 2015 giovedì 9 luglio 2015, parleremo di newsletter e di come sfruttare l’invio di e-mail per fare web marketing. #savethedate!