6 Principi di Psicologia del Design per un Sito Efficace

Mag 29, 2024

Perché è importante discutere di psicologia del design? Il motivo è semplice: come ben sappiamo, le persone navigano sul web per reperire informazioni.

Per ogni UX Designer è quindi importante capire quali siano le esigenze degli utenti e come disporre le informazioni nel modo più efficace possibile per fare in modo di mantenere attiva l’attenzione e fornire un’esperienza piacevole!

Procediamo però per gradi, comprendendo innanzitutto cosa indaga questa particolare disciplina.

Cos’è la Psicologia del Design?

Per psicologia del design intendiamo lo studio del comportamento umano durante l’utilizzo di prodotti applicato poi alla progettazione efficace di piattaforme web.

È una disciplina che sfrutta dati provenienti dalla traduzione e interpretazione di elementi semiotici come forme, immagini o colori ed esigenze provenienti dai background sociali e culturali degli utenti. La psicologia del design serve lo scopo di creare prodotti al contempo pratici, efficaci ed accattivanti.

Come dice il nome, si sfruttano anche alcuni principi della psicologia. I principali sono la Legge di Hick e i principi Gestalt.

 

Psicologia applicabile al Web Design

1. Legge di Hick

La legge di Hick afferma che il tempo necessario per prendere una decisione aumenta all’aumentare del numero delle possibilità di scelta.

Ciò indica che un’ampia possibilità di scelta può causare indecisione e stress. Nel mondo UX Design, ciò si traduce in troppe chiamate all’azione, troppe voci nel menu o svariati form di contatto.

Ridurre le opzioni e semplificare i processi decisionali creano invece un’esperienza più fluida e piacevole, con un controllo migliore del traffico all’interno del sito.

 

2. Principi Gestalt

La psicologia Gestalt si focalizza sulla comprensione del modo in cui le menti umane tendono ad identificare, raggruppare e distinguere forme per elaborare il mondo circostante.

Utilizzare consapevolmente i principi Gestalt aumentano l’usabilità della piattaforma rafforzando al contempo la percezione del marchio.

I principi fondamentali sono 7:

 

Psicologia del Design: Principio di Vicinanza

Legge della vicinanza

Gli elementi simili e vicini tra loro vengono considerati una forma unica.

Nel design dell’interfaccia ciò può essere sfruttato per rendere più chiara la struttura della pagina.

Psicologia del Design: Principio di Somiglianza

Legge della somiglianza

Elementi molto simili tra loro vengono raggruppati tra loro.

Ciò risulta utile per collegare visivamente le varie informazioni tramite l’utilizzo della stessa forma, colore o simbolo.

Psicologia del Design: Principio di Continuità di Direzione

Legge della continuità di direzione

Elementi che hanno una continuazione logica verranno uniti in base alla loro direzione.

Posizionare quindi elementi di un sito collegati tra loro lungo la stessa direzione stimola la facilità di comprensione.

Psicologia del Design: Principio Figura-Sfondo

Legge della figura-sfondo

Si tende a percepire come maggiormente rilevante la figura interpretata come principale.

Per dare maggiore importanza ad un contenuto bisogna quindi renderlo più rilevante rispetto allo sfondo.

Psicologia del Design: Principio della Buona Forma

Legge della buona forma

Quanto più un’immagine è regolare e armoniosa, tanto più efficacemente si imporrà nella nostra percezione.

Ciò per dire che un layout armonioso, con colori complementari ed elementi giustapposti renderà la fruizione più semplice.

Psicologia del Design: Principio della Forma Chiusa

Legge della chiusura

La nostra mente è predisposta a completare le informazioni che servono per chiudere visivamente una figura.

Ciò significa che la nostra mente è più facilmente portata a percepire l’immagine come una forma completa piuttosto che come vari elementi separati, perché forme “complete” hanno priorità cognitiva maggiore rispetto a vari elementi “aperti” meno pregnanti.

Psicologia del Design: Principio dell'Esperienza Passata

Legge dell’esperienza passata

Si tende a ricondurre i vari elementi separati in una forma già conosciuta e presente nella nostra memoria.

Nella realizzazione del layout, quindi, è importante tenere conto anche degli aspetti culturali e sociali del paese a cui ci si riferisce.

Comprendere Gli Utenti per una Buona User Experience

Cosa manca per ottenere un sito efficace e facilmente fruibile?

Bisogna comprendere a fondo il processo mentale delle persone!

Sembra molto complicato, e in effetti lo è.

Ma già interiorizzare questi 4 preconcetti ti aiuterà nel tuo percorso verso un sito piacevole ed efficace.

 

3. Siamo animali sociali

L’uomo è un essere sociale: nonostante la tecnologia sembri renderci più distanti, la pulsione verso l’interazione e la condivisione con la nostra cerchia sociale permane.

Come possiamo sfruttare questo nostro tratto per l’UX?

Possiamo incentivare l’interazione con il prossimo attraverso call to action per la condivisione sui social media. Solitamente si condividono informazioni utili o che incrementano la percezione della persona. Ciò aumenterà l’engagement con i tuoi contenuti ed offrirà alle persone un altro modo per venire a conoscenza della tua attività.

 

4. Siamo tendenzialmente pigri

Altra dura verità. In generale, cerchiamo la strada che porti il massimo risultato con il minimo sforzo.

In termini di UX Design, ciò si traduce in:

  • Meno testo e più immagini;
  • Identificazione delle informazioni principali;
  •  Enfatizzazione e semplificazione dei percorsi-utente più rilevanti.

 

5. Siamo esseri empatici

Ebbene sì, veniamo “contagiati” da emozioni e comportamenti altrui.
Possiamo sfruttare questa nozione tramite la chiara definizione dell’emozione che vogliamo trasmettere ai nostri utenti tramite un Tone of Voice coerente col marchio e un buon copywriting.

Stimolando la sensazione di fiducia nella nostra pagina aziendale e generando una FOMO (fear of missing out) nella pagina prodotti/servizi possiamo incitare l’utente all’azione desiderata!

 

6. Siamo abitudinari

Il rito dell’abitudine, un concetto psicologico che spiega il meccanismo della abitudini umane e animali, esplica come l’essere umano, in presenza di un trigger (un segnale ambientale, emotivo…) risponda con un’abitudine (un comportamento a seguito del trigger) per ottenere una gratificazione (raggiungere uno scopo, ottenere una ricompensa).

Nell’UX Design tale principio può essere sfruttato tramite il mantenimento di certe gerarchie dei contenuti (logo in alto a sinistra della pagina, ad esempio) ormai consolidati nelle persone e tramite lo sfruttamento di template di layout di competitor di successo.

 

In conclusione, alcune azioni come la semplificazione dei contenuti del proprio sito riducendo le opzioni di scelta, rendendo la gerarchia delle informazioni più chiara o rendendo il tutto più facilmente fruibile attraverso l’evidenziazione di parole-chiave e l’individuazione degli elementi fondamentali può far sì che il tuo sito web risulti più piacevole da navigare, più facilmente comprensibile e in generale più efficace nel convertire gli utenti.

Cerchi aiuto nella realizzazione di un sito web efficace?

Puoi affidarti a VISIBILIA!

Siamo un’agenzia di comunicazione digitale con più di 20 anni di esperienza nello sviluppo UI/UX Design per Ecommerce e siti Web dall’interfaccia grafica accattivante, ingaggiante e pensata per la tua attività!

Contattaci senza impegno ed iniziamo a lavorare insieme al tuo progetto.


Ebook gratuito - Ottieni più contatti dal tuo sito web