Avviare un Progetto Ecommerce Efficace in 6 Step

Ott 13, 2023

Hai un progetto Ecommerce a cui vorresti dare vita ma non sai da che parte cominciare?

Comprensibile: dopotutto, avviare un Ecommerce non è un’attività da prendere alla leggera e c’è bisogno della dovuta preparazione per partire con tutte le carte in regola.

 

Quali sono gli step necessari per avviare un E-commerce di successo?

 

1. Definire l’aspetto legale

Un progetto Ecommerce è un’attività commerciale in tutto e per tutto: per vendere online è quindi necessario aprire una Partita IVA, scegliere la forma giuridica della società ed iscriversi alla Camera di Commercio.

Le attività di compravendita sono sottoposte a rigidi controlli per garantire la sicurezza delle transazioni, è bene prendersi tutto il tempo necessario per definire correttamente gli aspetti burocratici che andranno a definire la legale possibilità di conseguire attività commerciali, anche perché alcuni step richiedono un po’ di tempo per diventare effettivi.

Una volta risolti questi ed altri adempimenti legali, è possibile iniziare a pensare effettivamente al proprio sito web.

 

2. Sviluppare il proprio Business Model

Che forma prenderà il tuo progetto Ecommerce?
Si rivolgerà a privati o ad aziende?
E ancora, si potranno acquistare prodotti fisici o digitali?

I modelli di Ecommerce sono diversi ed è importante scegliere quello più adatto: questo è il momento per individuare il modello di business più efficace per il proprio caso.
Gli E-commerce solitamente lavorano per vendita diretta o dropshipping.

Il dropshipping consente di vendere senza effettivamente possedere la merce: in questo caso, il proprio shop online mette in contatto cliente e fornitore, che si occuperà di spedire direttamente il prodotto al cliente.

Questo modello è sicuramente il più economico per cominciare in quanto non necessita di magazzino, servizi di spedizione o altro.

I margini di profitto però non sono molto alti, e l’attività subisce molta concorrenzialità.

La vendita diretta, invece, consiste nella vendita di prodotti direttamente ai clienti. Rappresenta il modello di business per antonomasia garantendo più margini di profitto, anche se richiede un attento studio del settore per valutare la domanda del mercato e i costi iniziali sono indubbiamente più alti.

 

3. Studio dei competitor e creazione di un Business Plan

Una volta capito che forma prenderà il proprio progetto E-commerce, è arrivato il momento di individuare e studiare i concorrenti per capire quali strategie funzionano meglio e quanto sarà difficile inserirsi all’interno del mercato.

Strumenti come SEOZoom e SEMRush sono particolarmente utili per l’analisi della concorrenza.

Oltre ai competitor, è bene fare anche un’auto-analisi del proprio progetto Ecommerce: un’analisi SWOT permette di analizzare i punti di forza e debolezza della propria idea di business e aiuta a trovare la propria Unique Selling Proposition.

Esaminare il più oggettivamente possibile questi aspetti consentirà di avviare un Ecommerce di successo.

È ora il caso di elaborare un Business Plan contenente tutti i dettagli essenziali della propria attività. Questo documento definisce chiaramente le modalità di gestione, funzionamento e sviluppo aziendale.

Un buon Business Plan non solo consente di avere una visione più chiara della propria attività, ma collabora anche nel mantenere unito il proprio team e a trovare partner giusti con cui collaborare.

 

progetto ecommerce

 

4. Scegliere la piattaforma Ecommerce

Per avviare un Ecommerce bisogna individuare la piattaforma con cui sviluppare il proprio shop: le opzioni sono molteplici, ognuna con i propri punti di forza e debolezza.

In ultima analisi, la scelta della piattaforma risiede nelle funzionalità di cui il sito avrà bisogno, nel budget a disposizione, nella quantità di elementi personalizzati, nel proprio livello di esperienza nella gestione di aspetti tecnici.

Le piattaforme più utilizzate sono Woocommerce, Shopify, Prestashop e Magento, ma non sono gli unici.
(A tal proposito, abbiamo creato un articolo che può aiutarti nella scelta della piattaforma per il proprio Ecommerce: ti consigliamo di leggerlo!)

Oltre a decidere la piattaforma da sfruttare, bisogna anche:

  • Acquistare un nome di dominio;
  • Scegliere un web hosting di qualità per il proprio sito;
  • Impostare un sistema di elaborazione dei pagamenti per rendere il processo sicuro

 

5. Dai forma al tuo progetto Ecommerce

Ora il momento clou: impostare e costruire il sito!

È in questo momento che si determinano l’aspetto e la grafica del sito, e il modo in cui questo si presenterà al pubblico.
In questa fase del processo si sviluppa anche l’alberatura del sito, ovvero le varie categorie e sottocategorie in cui questo si divide.

Tutto questo va sviluppato tenendo a mente il consumatore finale: se il processo di navigazione non risulta lineare, il cliente abbandonerà il sito.
Altro aspetto da non dimenticare è il design responsive della piattaforma, che dovrà consentire un’esperienza gradevole da ogni device.

Diversi plugin scaricabili saranno necessari per semplificare la configurazione di elementi come recensioni, wishlist, promozioni e molto altro.

 

6. Attività di Marketing

Ora che il sito è finalmente pronto, bisogna renderlo visibile al pubblico: e qui entrano in gioco le strategie di Marketing.

Una Marketing Strategy completa e multicanale darà più visibilità allo shop online, portando più clienti e aumentando i profitti.

Su quali canali focalizzarsi?
I canali essenziali su cui puntare per aumentare la notorietà del proprio Ecommerce sono:

  • SEO: questo tipo di ottimizzazione comprende sia fattori tecnici (come velocità del sito, sicurezza della piattaforma e adattabilità su diversi device) che elementi contenutistici (come la corretta gerarchia dei testi all’interno delle pagine, l’utilizzo di parole-chiave appropriate e qualità delle immagini).
  • Advertising: attività di pubblicità a pagamento all’interno di motori di ricerca o all’interno di piattaforme social.
  • Social Media Marketing: aprire profili social in cui costruire una propria reputazione e una community aiuteranno a dare una spinta alle vendite.
  • Email Marketing: creare una newsletter con cui rimanere in contatto con gli utenti iscritti aiuterà ad acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli già presenti

 

progetto ecommerce

 

Concludendo: dare vita al proprio piano Ecommerce richiede tempo e dedizione

Un Ecommerce è un progetto ambizioso che può dare molte soddisfazioni, ma non è un progetto di semplice e veloce realizzazione.

Sono molti gli aspetti di cui tener conto e compiere passi falsi può causare severi ritardi nella partenza della piattaforma.

È per questo che consigliamo sempre di affidarsi ad un team esperto nella creazione di questo tipo di piattaforme, per poter ricevere tutto il sostegno e l’assistenza necessaria.

VISIBILIA è un’agenzia di comunicazione specializzata nella creazione e nello sviluppo di piattaforme Ecommerce: dopo aver ascoltato le necessità del cliente, sviluppiamo un Business Plan in cui non solo si crea uno shop online completamente personalizzato e definito in base alle esigenze del cliente, ma si prevedono anche attività per costruire la reputazione online del nuovo progetto Ecommerce! VISIBILIA assicura un sostegno continuo in tutte le fasi del progetto, dalle sue basi alla sua crescita online.

 
Contattaci ora senza impegno per parlare del tuo progetto Ecommerce!

Ebook gratuito - Ottieni più contatti dal tuo sito web